I Maneskin vincono Sanremo 2021: la classifica finale

I Maneskin vincono Sanremo 2021: la classifica finale della 71esima edizione del festival della canzone italiana con mio commento.

I Maneskin vincono Sanremo 2021 con il brano “Zitti e Buoni” e rappresenteranno l’Italia all’Eurovision il prossimo 22 maggio. Secondo posto per la coppia Francesca Michielin/Fedez con “Chiamami per nome”, terzo posto per Ermal Meta con “Un milione di cose da dirti“. Meta si è aggiudicato anche il Premio per la miglior composizione musicale “Giancarlo Bigazzi” assegnato dall’Orchestra del festival.

Il Premio della critica “Mia Martini” è stato assegnato a Willie Peyote con il brano “Mai dire mai (la locura)”, il Premio della sala stampa, tv e web è andato invece a Colapaesce e Dimartino per “Musica leggerissima”.

Classifica generale Campioni Sanremo 2021

  1. Maneskin – Zitti e buoni
  2. Francesca Michielin e Fedez – Chiamami per nome
  3. Ermal Meta – Un milione di cose da dirti
  4. Colapesce e Dimartino – Musica legerissima
  5. Irama – La genesi del tuo colore
  6. Willie Peyote – Mai dire mai (la locura)
  7. Annalisa – Dieci
  8. Madame – Voce
  9. Orietta Berti – Quando ti sei innamorato
  10. Arisa – Potevi fare di più
  11. La Rappresentate di Lista – Amare
  12. Extraliscio feat. Davide Toffolo – Luce bianca nera
  13. Lo Stato Sociale – Combat Pop
  14. Noemi – Glicine
  15. Malika Ayane – Ti piaci così
  16. Fulminacci – Santa Marinella
  17. Max Gazzè – Il farmacista
  18. Fasma – Parlami
  19. Gaia – Cuore amaro
  20. Coma_Cose – Fiamme negli occhi
  21. Ghemon – Momento perfetto
  22. Francesco Renga – Quando trovo da te
  23. Gio Evan – Arnica
  24. Bugo – E invece sì
  25. Aiello – Ora
  26. Random – Torno a te

In questi giorni chi ha seguito l’aggiornamento che ho fatto su questo sito non mi sono espressa apertamente su cosa pensavo o meno delle canzoni in gara. Ho preferito aspettare la finale per esprimere qui un “giudizio” complessivo delle 26 canzoni che abbiamo ascoltato. Chi mi ha seguito suo malgrado sui social nelle cinque serate già ne ha avuto un assaggio.

Ho deciso di dividere il mio commento in due blocchi, una considerazione sui “veterani” e i “neofiti” del festival. Per veterani intendo quelli che si sono misurati con il palco dell’Ariston almeno una volta in carriera mentre per neofiti intendo quelli che per la prima volta sono saliti sul quel palco.

Il mio commento sui Campioni “veterani”

Partiamo subito dal podio. Il secondo posto della coppia Michielin/Fedez e il terzo posto di Ermal Meta per me era ben chiaro già da mercoledì sera. Nella tripletta finale ci sarebbero stati loro.

Michielin/Fedez sono una garanzia di successo di ascolti e di vendite dalla prima collaborazione che li ha visti insieme su una traccia. Ermal Meta ha costruito questo suo ritorno a Sanremo come un’atleta che si prepara all’Olimpiade, pezzo perfetto nelle sue corde ma sopratutto nelle corde della kermesse festivaliera.

Bellissimo ritorno per Noemi, ho amato particolarmente il testo della sua “Glicine” e rientra tra le canzoni che ascolto di più di questo Sanremo 2021 dalla prima serata. Dieci non è solo il titolo delle canzone di Annalisa ma anche il numero di anni della sua carriera, il suo pezzo come sempre molto radiofonico, ma sta donna non riesce ad avere la consacrazione festivaliera che merita. Le sue esibizioni sono sempre impeccabili.

“Potevi fare di più”, un titolo che è anche la mia considerazione sul brano di Arisa. Rosalba potrebbe veramente cantarci magnificamente l’elenco telefonico ma questo pezzo non mi ha per niente preso, non mi ha emozionato come lei di solito riesce a fare. Malika Ayane, “Ti piaci così” è un compito eseguito perfettamente, senza infamia e senza lode. Con Orietta Berti e la sua “Quando ti sei innamorato” ha celebrato alla grande i suoi 55 anni di carriera e azzardo a dirvi che è tra i miglior ritorni sul palco dell’Ariston degli anni 2000.

Un festival da dimenticare per Francesco Renga, lui per niente in forma e del pezzo faccio fatica a ricordare perfino il titolo. “Momento perfetto” di Ghemon è una canzone che ho imparato ad apprezzare ascoltandola più di una volta, non mi ha presa subito, non meritava però un posto così infondo alla classifica. Max Gazzè, come per la Ayane, senza infamia e senza lode, felicemente lui nel suo stile inconfondibile e forse un po’ ripetitivo al festival. Lo Stato Sociale che rivendica il suo status di collettivo non facendo esibire Lodo Guenzi come frontman l’ho apprezzato tantissimo e devo dirvi “Combat Pop” mi è piaciuta di più di “Una vita in vacanza”. Il brano di Irama mi sono trovata al quinto giorno a ballarla anch’io, disintegrerà le radio e ce la porteremo fino a quest’estate. Infine Bugo, il brano mi piace, la resa a Sanremo però non è stata delle migliori, vi invito a dare una seconda possibilità a questo brano.

Il mio commento sui Campioni “neofiti”

Partiamo dalla vittoria dei Maneskin, meritatissima, una restituzione di un furto che gli è stato fatto ad X Factor 2017. Tra i miglior in gara della loro generazione.

Madame è stata la mia piacevole scoperta di questo Sanremo 2021, grande personalità, si è mangiata il palco e la ragazza promette molto bene. Il brano di Gaia è stato il momento twerking di quest’anno, sarà passata tantissimo in radio ma boh. Stessa cosa per Fasma, la sua “Parlami” mi è entrata in testa e non mi lascia più. Random si è cucito addosso un mood musicale che non è suo.

Gio Evan rimane un grosso punto interrogativo, non si può essere tutto e l’ha dimostrato, le ultime due sere le sue esibizioni sono migliorate, giustissima collocazione in classifica. Il mistero di Aiello, esibizioni da dimenticare, brano molto radiofonico.

Colapesce e Dimartino ci hanno regalato un pezzo leggerissimo meraviglioso. La Rappresentate di Lista avrebbe meritato di essere nei gradini più alti della classifica di Sanremo 2021, presenza scenica da vendere e brano pazzesco. Willie Peyote un altro fuoriclasse, premio della critica meritatissimo, gli avrei assegnato anche quello per il miglior testo in verità. Infine i Coma_Cose, hanno il potere di farmi ritornare adolescente, meravigliosi insieme sprizzano amore da tutti i pori e sono quasi certa che ritroveremo questo brano nella seconda stagione di “Summertime” su Netflix.

Nella sezione del Festival di Sanremo trovate le classifiche delle diverse serate e le due classifiche provvisorie di questo festival 2021.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *